Effetto Michelangelo: quale eredità?

Officinae Efesti: “atti poetici di comunità”

di Stefania Piccolo

L’Effetto Michelangelo, ispirato all’opera del grande artista rinascimentale, rappresenta un connubio straordinario tra arte e benessere psicofisico. Nell’ambito dell’Associazione Club Medici, la Rete Cultura è Salute ha dato vita al primo convegno omonimo a Roma, offrendo due giorni di formazione, testimonianze e attività mirate a esplorare il legame sinergico tra arte e benessere individuale.

Durante l’evento, Officinae Efesti ha presentato un workshop incentrato sugli “Atti poetici di comunità”, focalizzandosi sull’empatia e la memoria emotiva come strumenti per migliorare il benessere psicofisico degli individui affetti da diverse patologie o solo per connettere il proprio “corpo -mente” alla società sempre piu complessa da affrontare senza stress alcuno.

Attraverso la nostra arte e “pedagogia della cura” e attraverso il nostro “Metodo OEfesti” (che di qui a non molto sarà validato e registrato), Officinae Efesti con la guida della pedagoga teatrale nonchè manager community maker Stefania Piccolo ha realizzato un’esperienza unica che ha coinvolto e ispirato tanti partecipanti: 160 gli iscritti, 40 i partecipanti effettivi, i restanti ci hanno osservato ed abbiamo ricevuto diversi apprezzamenti durante, prima e dopo i 90 minuti di workshop.

La collaborazione e condivisione di uno spazio superlativo (da vera e propria sindrome di Stendhal) con artisti, musicisti, medici, associazioni, psicologi, ricercatori, scienziati e docenti ha reso ancora più speciale l’esperienza, donando un tocco magico e unico alla nostra azione creativa.

L’apprezzamento ricevuto dai medici presenti ha confermato l’impatto positivo che l’arte può avere sul benessere delle persone coinvolte.

Ci hanno contattato due medici per coinvolgerci in workshop intensivi presso le loro strutture e ci auguriamo di poter non solo ripetere l’esperienza, ma diamo la nostro disponibilità anche nella parte organizzativa e direttiva, vista la ventennale esperienza della nostra organizzazione culturale esperta anche nell’organizzazione di grossi eventi, come Festival, Happening con centinaia di persone in luoghi ibridi e complessi (un evento site -specif che abbiamo realizzato a quota mille del Vesuvio nel 2008 resta nella storia della Campania) e tanto altro.

Crediamo che le reti debbano provare sempre a dialogare e quando lo start è ottimale, il prosieguo è di buon auspicio! Il dialogo è necessario, in maniera ancora piu incisiva, soprattutto tra le Associazioni che si occupano di Arte nelle comunità. 

Questo evento straordinario ha evidenziato l’importanza di coltivare il benessere attraverso l’arte e ha aperto nuove prospettive per future collaborazioni e avventure artistiche per noi.

La visione e il desiderio di creare esperienze uniche nel contesto delle corsie Sistine del Borgo Santo Spirito in Sassia dimostrano il potere trasformativo dell’arte nel promuovere la salute mentale e fisica.

Guardando avanti, continueremo a esplorare e promuovere il legame tra cultura, salute e benessere, diffondendo gioia e armonia attraverso la nostra arte in Campania e siamo pronti ad ospitare numerosi “Effetti Arte e Benessere” anche nel nostro SUD. Ci rendiamo disponibili al Dialogo e ai Sogni!

Restiamo in attesa di futuri eventi e collaborazioni che possano arricchire la nostra esperienza e portare beneficio a tutti coloro che incontreremo nel nostro percorso.

Grazie alla visione e alla dedizione di coloro che hanno reso possibile l’“Effetto Michelangelo”, possiamo continuare a ispirare e trasformare le vite delle persone attraverso l’arte e la cultura.

Un ringraziamento speciale va a tutti coloro che hanno contribuito a rendere questo evento un successo e a creare un ponte tra creatività e salute.

La strada è ancora lunga, ma con impegno e passione, possiamo raggiungere traguardi straordinari nel campo della cultura e della salute.